Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Chi sono

Nasco a Reggio Calabria nel ’79, mi laureo in Scienze della Comuniczione nel 2004 a Perugia con una tesi sui processi di decision making, le politiche di partecipazione e inclusione diigitale attraverso le ICT, insegno Digital Design presso l’ISIA di Firenze.

Un precoce interesse verso l’ecologia manifestato sin da bambina, nel tempo si   estende agli esseri digitali e mi porta ad occuparmi di innovazione tecnologica, dei suoi impatti a livello culturale, sociologico, economico e politico.

All’università, con un gruppo di colleghi, fondo “MataLab”, laboratorio di comunicazione dedicato ai temi dell’open culture e del software libero: per due anni diamo vita a workshop, corsi, eventi cittadini in collaborazione con l’Ateneo, il Comune di Perugia e la Regione Umbria, e alla ricerca “Una città digitale per Gubbio: metodologie e tecniche di progettazione di una rete civica”.  

Fra il 2003 e il 2004 una borsa di studio mi porta a Parigi dove svolgo una ricerca sugli Èspaces Public Numériques e le politihe di riduzione del digital divide in Francia, presso l’Assessorato alla Ricerca e alle Nuove Tecnologie del Comune di Parigi.

Dal 2004 al 2006 collaboro con il Gruppo Innovazione Verdi del Senato promosso dal sen. Fiorello Cortiana, partecipando alla creazione di best practices, standard, ricerche e campagne nel campo dei diritti digitali, dell’innovazione tecnologica, del DBE (Digital Business Ecosystems), di pratiche partecipative e di condivisione della conoscenza, a livello nazionale e internazionale. Nel 2005 sono delegata al World Summit on Information Society di Tunisi in qualità di esperta indipendente.

Dal 2005 al 2007 collaboro con l’équipe Cultura Digital e col Ministero della Cutura Brasiliano per studiare e trasferire in Italia l’esperienza dei Pontos di Cultura, programma di inclusione digitale promosso dal Ministro Gilberto Gil: un’attività intensa fatta di eventi e scambi, che si conclude con due mesi di osservazione sul campo e il rapporto “I Pontos de Cultura: le politiche di inclusione digitale in Brasile” realizzato con l’IPTI di S. Paulo. 

Dal 2007 vivo e lavoro con Salvatore Iaconesi esplorando le trasformazioni dell’essere umano tecnologico contemporaneo  a cavallo fra arte, ricerca e innovazione, attraverso i progetti e le azioni di AOS – Art is Open Surce, 

Coltivo la mia passione per la scrittura scrivendo per riviste e blog di arte e tecnologia. Fra le pubblicazioni: “Angel_F. Diario di un’Intelligenza Artificiale” (2009, Castelvecchi), “REFF. La reinvenzione del reale attraverso pratiche critiche di remix, mash-up, ricontestualizzazione e reenactment” (FakePress/DeriveApprodi 2011).

Per maggiori informazioni http://www.artisopensource.net/